Lezione di Natale 1975

by Eva Broch Pierrakos
© 1996 The Pathwork® Foundation (1996 Edition)
Pathwork Guide Lecture No. 239
1996 Edition – March 1, 1976

(prima parte)

Saluti, miei amati. Abbondanti benedizioni fluiscono dal vostro essere più profondo verso il mondo esterno, e dal mondo esterno che vi circonda ritornano al vostro essere interiore. La nascita del Cristo celebra e simbolizza l’evento della nascita; non solo la nascita di un’entità, di un essere umano, ma la nascita di nuove espressioni, di nuovi modi di esprimere Dio nella vita, la nascita di nuovi livelli di consapevolezza. La celebrazione della nascita segue sempre la celebrazione di ciò che voi sperimentate come morte. È una catena ininterrotta, un continuum di consapevolezza, ma ogni nascita origina sempre nuova gioia. E la morte non è nient’altro che un’altro genere di nascita. È solo il rovescio della nascita, simbolizzato nella vostra storia religiosa dalla Pasqua, dove alla morte segue la resurrezione.

Una volta, nel passato, la nascita andava celebrata e simbolizzata quando veniva al mondo un essere umano. A quei tempi, la consapevolezza umana era ancora essenzialmente esteriore. Tutto doveva essere esterno. Ad un certo punto, ci fu un uomo di tale purezza – una purezza rarissima da sperimentare sul piano della materia – da permettere al Cristo di manifestarsi nella sua completezza. Tuttavia, è sbagliato ritenere che la nuova venuta del Cristo debba avvenire con le stesse modalità. Il Cristo vive in ogni essere e in ogni cosa che respira e ha consapevolezza. Il Cristo viene alla luce con il vostro lavoro, miei amati amici. Ovunque, nel vostro cammino, troviate un’idea sbagliata, una negatività, un blocco, una distruttività, un problema, una mancanza di conoscenza, lì trovate un evidente ostacolo al Cristo interiore.

Nella Nuova Era, l’impeto del Cristo, la Sua forza, è sorta nuovamente. Questa forza è tutt’altro che sentimentale e docile. Essa ha un tremendo potere, la cui energia spazza la vostra sfera terrestre, e quelli di voi che sono pronti e hanno il coraggio – perché si tratta di coraggio interiore – di fare spazio alla gioia, al piacere, all’estasi, possono sperimentare il Cristo interiore. Voi potete far nascere il Cristo dentro di voi. Allo stesso tempo, questa estasi, questa pace totale, non può essere sperimentata se non purificate la vostra anima, altrimenti divenite ansiosi e contratti in maniera negativa, e rifiutate l’esperienza di gioia ed estasi. Non riuscite a reggerne l’impatto, e create intorno a voi le circostanze che sembrano giustificare la sofferenza e l’oscurità; ma non potete che essere stati voi a determinare quella sofferenza e quell’oscurità. Nella misura in cui rifiutate di purificarvi, vi mancherà il coraggio di cambiare in meglio, il coraggio di orientarvi verso nuove modalità interiori che giungono insieme al potente influsso. Esse vi mostrano che la vita è buona.

Potete permettervi di essere generosi. Potete permettervi di lasciare che gli altri diano il meglio di sè stessi. Potete permettervi di rinunciare ai piccoli interessi personali. Potete permettervi di amare. Potete permettervi di avere il coraggio di affrontare la verità. Potete permettervi l’umiltà; e le cose più positive fluiranno verso di voi perché sarete in grado di riceverle. Le vostre offerte, simbolizzate dagli addobbi del vostro albero di Natale, sono realtà concrete. Queste offerte devono esere ripetute, magari nella vostra meditazione quotidiana, nelle vostre sessioni di lavoro, nelle vostre esperienze di gruppo, nelle interazioni che avete gli uni con gli altri. Esse possono essere rinnovate quando si indica all’altro ciò che viene osservato, e quando ascoltate più con l’orecchio interiore che con quell’attitudine che tende a farvi sentire rifiutati, offesi, malgiudicati. Ponendo orecchio alla verità, voi troverete il Cristo dentro di voi. Sperimenterete in misura molto maggiore la vita superiore, la vera vita di cui siete parte, il vostro essere superiore, la vostra eterna realtà. Saprete che non c’è niente da temere e niente di cui rammaricarsi.

Amici miei, voi che siete portatori e strumenti di questo importante momento storico a questo punto dell’evoluzione, in effetti vivete contemporaneamente in due mondi. Voi iniziate credendo solo in questo mondo materiale, un mondo che ai vostri occhi appare molto concreto. E questo in effetti è importante, perché il vostro compito è infondere il mondo della materia con una più grande realtà spirituale nella quale affondate le vostre radici più di quanto pensiate. Solo la consapevolezza separata vi induce a ignorarlo, ma progredendo sul vostro cammino, lentamente ma inesorabilmente, la vostra mente si estende, fa un salto, e improvvisamente scoprite un’altra consapevolezza, molto più reale. Forse voi iniziate a scoprirla creando un canale, come voi dite. Un numero sempre maggiore di voi inizia a creare un canale e così a scoprire chi veramente è. Quale dono potreste fare a voi stessi più prezioso dello sforzo per la creazione di un canale per il vostro Cristo interiore? Il Cristo che è in voi è la vostra vera identità, che sa tutto e non teme nulla e vive in eterno. È un essere che vi appartiene e che è sempre inondato dalla luce ed è un corpo di luce, un corpo energetico realmente indistruttibile.

La vostra consapevolezza ha i piedi piantati in entrambi questi mondi, e il vostro compito è quello di portare il mondo della realtà all’interno dei regni esterni, e così infondere la luce del Cristo neonato nella materia. Cristo nasce in ogni istante del vostro tempo. Ogni nuova realizzazione, ogni sprazzo di nuova consapevolezza, ogni respiro d’amore, ogni cambiamento di attitudine fa nascere il Cristo, finché tutte queste piccole luci che voi accendete nelle vostre anime, diffondendosi nelle anime degli altri convergono e diventano un immenso mare di luce, un mare di amore, un mare di intensa e gioiosa consapevolezza. La vostra comunità cresce in profondità, bellezza, verità, amore e abbondanza, e in questo modo fate sempre più spazio al Cristo affinché vi guidi, vi pervada, vi protegga e vi ami. E scoprite una nuova unione l’uno con l’altro, sebbene all’inizio del vostro percorso vi sentivate estranei l’uno all’altro, circondati da pareti. Ma queste pareti iniziano a crollare, e ciò che era una separazione illusoria si svela per quella che era sempre stata e che in realtà è: un’unità di consapevolezza, un amore tra vari aspetti di Dio.

Ognuno di voi è un meraviglioso aspetto e individualizzazione di Dio. Imparando questa verità, voi imparate a non sminuire la vostra personalità, ma a costruite invece un ponte, un meraviglioso ponte dorato che vi collega l’uno all’altro. Questo messaggio, miei amati, vi porterà all’interno del vostro essere interiore e forse a creare una più grande consapevolezza di ciò che non avete mai avuto. Potete tradurre queste parole nei termini della nuova consapevolezza della vostra vera identità, e scoprire la vostra realtà eterna, l’eternità del vostro amore, della vostra bellezza e sicurezza, perché non avete bisogno di temere o di proteggervi da niente e da nessuno.

Miei carissimi amici, questo è ciò che dovevo comunicarvi stasera. Ci saranno molte altre occasioni in cui tutti potrete partecipare, porre le vostre domande e ricevere il mio aiuto e la mia guida.

Chiudiamo portando tutti insieme la nostra attenzione all’Uno, il potere unico che motiva, la vita unica di cui siete espressione, l’amore unico che trasforma ogni cosa in radiante bellezza, la pace unica che è aldilà di ogni comprensione, la gioia unica che vibra e risuona attraverso i pori dell’universo di cui siete parte. Continuate i vostri compiti di autopurificazione, diffondendo così questa grande luce ed essendo portatori del Cristo. L’amore che avvolge l’universo, che permea l’universo, puo essere fatto nascere dalle vostre anime purificate. Voi vi state predisponendo a farlo. Lasciate che questo amore sorga attraverso di voi, e siate tutt’uno con esso. Siate il vostro Dio. Siate il Cristo.

Edited by Judith and John Saly

Traduzione in italiano a cura di Carlo Gibello – 24 dicembre 2017

info@scuolalacommedia.it

www.scuolalacommedia.it

Questa traduzione è stata prodotta gratuitamente per lettura personale, per qualsiasi altro uso consultare il copyright originale sul sito:

www.pathwork.org

The Pathwork ® Foundation

PO Box 6010, Charlottesville, VA 22906-6010, USA – Call: 1-800-PATHWORK